***************************************************************************************************************************************************************************
*TRADIZIONI*LETTURE*RICORDI*
POESIE*PITTURA E
ARTE
*STORIA E
STORIE*VIAGGI*FOTOGRAFIE*MUSICA*RICETTE*CHIACCHIERE*UMORISMO*RIFLESSIONI*SOGNI E DESIDERI*AFFETTI*PASSIONI ... tutto ciò che rende interessante la vita.
Perché "...sono cortesie minuscole, un fiore, un boccio, un libro, sono loro a deporre i semi del sorriso..." Emily Dickinson
**************************************************************************************************************************************************************************

giovedì 29 aprile 2010

A PROPOSITO DI AMICIZIA

Una bella favola inglese.
E, come di rigore nelle favole, con morale finale.

If you are unhappy

Once upon a time, there was a nonconforming sparrow who decided not to fly south for the winter.
However, soon the weather turned so cold that he reluctantly started to fly south.
In a short time ice began to form in his wings and he fell to earth in a barnyard, almost frozen.
A cow passed by and crapped on the little sparrow.
The sparrow thought it was the end. But, the manure warmed him and defrosted his wings.
Warm and happy, able to breathe, he started to sing.
Just then a large cat came by and hearing the chirping, investigated the sounds.
The cat cleared away the manure, found the chirping bird and promptly ate him.
The moral of the story:
1. Everyone who shits on you is not necessarily your enemy.
2. Everyone who gets you out of the shit is not necessarily your friend.
3. And, if you're warm and happy in a pile of shit, keep your mouth shut.

Per chi preferisce la versione in italiano, traduco...

Se sei infelice.
C'era una volta un passero anticonformista che, al sopraggiungere dell'inverno, decise di non volare a sud .
Tuttavia, ben presto, il clima divenne così gelido che il passero cambiò idea e si decise ad intraprendere il viaggio. Ma, ahimè, il freddo gli congelò le ali ed egli cadde al suolo nell'aia di una fattoria. Una mucca gli passò accanto e ...defecò su di lui! Il passero pensò che fosse giunta la sua ora. Ma il letame, caldo com'era, lo riscaldò e scongelò le sue ali. Di nuovo caldo, con la possibilità di respirare e felice, il passerò iniziò a cantare.
Proprio in quella arrivò un grosso gatto che, sentendo il cinguettio, iniziò ad esplorare sulla provenienza di quel suono.
Il gatto spostò il letame, trovò il passerotto cinguettante e in un attimo se lo mangiò.
Morale della storia:
1. Chi ti ricopre di m... non è necessariamente tuo nemico.
2. Chi ti tira fuori dalla m... non è detto che sia tuo amico.
3. Comunque, se ti ritrovi nella m..., tieni chiusa la bocca.

7 commenti:

  1. ...porta bene questa ...favola con tutta questa m.
    :))))).....ciao Vania

    RispondiElimina
  2. questa sì che è vera filosofia!!!ciao laura

    RispondiElimina
  3. La conoscevo ma fa sempre bene rileggerla, fa riflettere :)

    RispondiElimina
  4. Ciao cara,
    mi hai fatto ridere:)) É tanto vero. Anch'io conoscevo giá questa favola ma leggerla era un bel riposo fra due lezioni.

    RispondiElimina
  5. Niente di più vero...favola eccezionale che non conoscevo...

    RispondiElimina
  6. carinissima questa favola...e assolutamente vera...
    un abbraccione e buon primo maggio

    RispondiElimina

Considerazioni, riflessioni e commenti sono molto graditi. Grazie.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...