***************************************************************************************************************************************************************************
*TRADIZIONI*LETTURE*RICORDI*
POESIE*PITTURA E
ARTE
*STORIA E
STORIE*VIAGGI*FOTOGRAFIE*MUSICA*RICETTE*CHIACCHIERE*UMORISMO*RIFLESSIONI*SOGNI E DESIDERI*AFFETTI*PASSIONI ... tutto ciò che rende interessante la vita.
Perché "...sono cortesie minuscole, un fiore, un boccio, un libro, sono loro a deporre i semi del sorriso..." Emily Dickinson
**************************************************************************************************************************************************************************

lunedì 2 settembre 2013

AL CASÈT DI ZAVÀI

ovvero
IL CASSETTO DELLE CIANFRUSAGLIE
Quando ero piccola andavo spesso a dormire dalla mia nonna, rimanevo da lei anche per lunghi periodi di tempo.
Tra i miei passatempi preferiti vi era quello di aprire uno dei minuscoli cassettini della "panéra" (paniera, madia) ed estrarre il ciarpame in esso contenuto .

Passavo ore a giocare con pezzetti di legno, forcine, elastici, spille da balia, puntine da disegno,  pezzi di spago di ogni spessore e lunghezza, chiodi, chiavi in disuso, tappi di sughero e a corona, mollette per il bucato, ...e mille altre cianfrusaglie che la nonna conservava "perché non si sa mai...".
La madia ora è mia e il suddetto cassettino è vuoto
Ma le cianfrusaglie non sono scomparse, hanno semplicemente traslocato in un cassetto della cucina. 
Certo la tipologia è un po' cambiata ma sempre cianfrusaglie restano.
Ogni tanto bisogna proprio che svuoti, selezioni  e riordini ... mi sembra sia il caso, ormai!

Sono convinta che in ogni casa esista il cassetto per le cianfrusaglie.
Che mi dite, ho ragione?

33 commenti:

  1. Hai perfettamente ragione Sandra: il cassetto delle cianfrusaglie non può mancare in nessuna casa.
    Che bella la madia della tua nonna!!!

    RispondiElimina
  2. ciao sandra il tuo cassetto mi ricorda quello della nonna!!
    bei ricordi.........
    a casa mia ci sono cianfrusaglie ma tutte legate all'informatica tipo cd, graffette, custodie etc........
    baci, buona serata :)

    RispondiElimina
  3. Altro che cassetto...io ho le scatole! ma che bello quando ti serve una cosa tra le più improbabili, ravanare e trovarla!! :)

    RispondiElimina
  4. Anche più di uno cara Sandra e me ne sono accorta in occasione del trasloco. Sapessi quante cose ho 'dovuto' buttare, con un certo rammarico.
    Che bella la madia!
    Cri che ti vuole bene.

    PS. Ho visto quanti commenti hai ricevuto sul post degli haiku, ma nessuno si è cimentato. Peccato.

    RispondiElimina
  5. come nn avere un caset di zavai...anzi almeno 4...uno per ogni stanza....e la panera....un'oggetto dei miei desideri... sopiti...in quanto nn ho il posto per collocarla...si vedrà col tempo....glo

    RispondiElimina
  6. Ah ah, io ho due case delle cianfusaglie e faccio davvero fatica a riordinare..... a parte gli scherzi, nel cassetto della mia nonna c'erano anche le caramelle al tamarindo, oggigiorno assai rare.....quest'anno, in vacanza a Modena, mi somo dimenticata di comperarne un paio di etti ma le trovo solo nel negozio di dolci e vini davanti alla Libreria Tarantola.Comunque ne ho ancora alcune dall'anno prima!!! E a me piaceva mettere in ordine in quel cassetto!!!

    RispondiElimina
  7. ciao Sandra complimenti, bellissima questa madia,ti rimarra' sempre il ricordo di allora, hai ragione, ogni tanto bisogna imporsi e fare un repuliscti, altrimenti usciamo noi di casa a forza di accumulare.)
    ciao grazie buona giornata rosa.

    RispondiElimina
  8. confesso l'atroce peccato! io di cassetti di cianfrusaglie ne ho più di uno! ogni tanto dico che devo fare ordine perché è spazio perso, ma poi non ne faccio niente...
    buona giornata!

    RispondiElimina
  9. Hai perfettamente ragione Sandra, ciao e complimenti per la mobile.

    RispondiElimina
  10. Altroché se hai ragione.
    Io sono proprio come tua nonna, cassetti pieni di cianfrusaglie "perché non si sa mai".
    Un cro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
  11. Hai ragione Sandra,anch'io ho la scatola delle cianfrusaglie,ma non una panera così bella!Ciaooooooo

    RispondiElimina
  12. un bellissimo armadio Sandra ..... ben fotografato.

    Saluti, Joop

    RispondiElimina
  13. Eccome se hai ragione, cara Sandra!

    Anch'io ho il cassetto delle cianfrusaglie, ma non bello come quello della tua nonna...

    RispondiElimina
  14. Ho una grande scatola di latta nello sgabuzzino, apparentemente è tutto da buttare; eppure mi ha salvato spesso per riparare qualcosa in casa, utilizzando pezzi di vecchio e dimenticato. Tua nonna gli dava una bella dignità con quel bel mobile a quelle "forse utili cose".
    ciao

    RispondiElimina
  15. E chi non lo ha scagli la prima pietra!!!
    Non vedremmo nemmeno un piccolissimo sassolino volare cara Sandra perchè ognuno di noi ha il cassetto degli zavagli!!!!
    Il mio non è un cassetto ma un mezzo armadio!!!!
    Morena

    Ps: la tua madia è Meravigliosa!!!

    RispondiElimina
  16. Casa mia è piena di cianfrusaglie... E lo era molto più la mia casa di bambina, con un padre molto assente che però lasciava a "tenere il posto" utensili e attrezzeria di ogni genere che raccattava ovunque e che accatastava in ogni angolo della casa, col divano che non era mai sgombro, e inagibile una poltrona su due... Eppure, in mezzo a quel pandemonio, esisteva anche da me un cassetto per le cianfrusaglie, ovviamente, fatte le debite proporzioni, molto più inciafrugliato di quello di tua nonna: non a caso noi lo chiamavamo "il cassetto sporco", pieno fino all'inverosimile di ogni sorta di cosa rotta piccola e inutile... Quando lo abbiamo svuotato è come esploso: è sembrato impossibile che il bailamme che ne abbiamo tirato fuori fosse stato stipato là dentro!
    (Davvero la tua madia è bellissima. Se la vedesse Alfredo se ne innamorerebbe!)

    RispondiElimina
  17. dovrei trovare il tempo di riordinare le tante cianfrusaglie sparse nei cassetti,molte delle quali appartengono a mio marito,che non butta niente,come tua nonna

    RispondiElimina
  18. Sandra cara...allora la tua "panierina" è spettacolare...requisisco.. hihihih...poi...che dire?
    Cassatto delle cianfrusaglie?
    La tua è una gioielleria, vieni a vedere il MIEI cassetti delle cianfrusaglie...mi stanno sepellendo! ;/ Bacione e buona settimana. Filippo? ;) Kiss. NI

    RispondiElimina
  19. Casa mia ne è piena.Anche il mio blog..ciao Sandra!

    RispondiElimina
  20. ..il mobile è veramente bello.

    RispondiElimina
  21. verissimo Sandra!!! Anhce io ho il mio "casèt di zavai" e si trova in un mobile che era della mia nonna e che ora è nel mio ingresso ^_^
    Sandra

    RispondiElimina
  22. Hai ragione :D ! Devo anch'io svuotarlo, selezionare e riordinare le cose messe nel cassetto delle cianfrusaglie. É bellissima, direi storica la tua madia vecchia! Baci

    RispondiElimina
  23. Cara Sandra, che bel mobile, è di quel legno che a me piace nutrire e lucidare con la cera solida, quella nei tubetti che sa di buono! Anche in casa mia c'era "il cassetto del tavolo", da piccola finita la cena, (non avevamo la tv)papà e mamma rimanevano a chiacchierare ed io andavo in braccio alla mamma e aprivo il cassetto delle meraviglie....ciao Brunella

    RispondiElimina
  24. Non c'è casa senza un proprio cassetto.
    Ti auguro una serena giornata.

    RispondiElimina
  25. Devo dire che ho diversi cassetti con cose utili e con cianfrusaglie. Una volta ogni tanto li libero, anche se a malincuore.

    RispondiElimina
  26. Certo, ne ho anch'io alcuni.
    Bella la madia.

    RispondiElimina
  27. Hai perfettamente ragione....qualche volta ce n'è anche più di uno..ma io dico come la tua nonna"...non si sa mai..." e metto lì, accantono, conservo.
    Un caro e affettuoso saluto

    RispondiElimina
  28. Veccchi cari ricordi, con la patina del tempo trascorso.

    RispondiElimina
  29. Già in ogni casa esiste un cassetto di quel tipo con tutto e di più- E che grande soddisfazione quando trovi quel che pensi possa essere lì dentro e che ti risolve un problema!

    RispondiElimina
  30. Anche più d'uno, per quanto mi riguarda!

    Ciao Sandra e ben ritrovata. Che magnifica madia. Sono quel genere di mobili che mi lasciano incantato. La mia amica e vicina di casa, ne ha una uguale ma senza quei due cassetti. Ricordo che quando l'acquistò, non restaurata, il vano superiore odorava ancora, e stranamente, di buona farina. Comunque, sono mobili che hanno un vissuto e, per questo, sono più affascinanti.

    RispondiElimina
  31. Vedo che ho indovinato: cassetto per le cianfrusaglie presente in ogni casa..eh...eh...eh!

    RispondiElimina
  32. ricordo di qualcosa di simile a casa dei miei nonni era molto utile, oggi gli architetti non comprendono ho dovuto litigare per avere l'armadio per le scope

    RispondiElimina

Considerazioni, riflessioni e commenti sono molto graditi. Grazie.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...