***************************************************************************************************************************************************************************
*TRADIZIONI*LETTURE*RICORDI*
POESIE*PITTURA E
ARTE
*STORIA E
STORIE*VIAGGI*FOTOGRAFIE*MUSICA*RICETTE*CHIACCHIERE*UMORISMO*RIFLESSIONI*SOGNI E DESIDERI*AFFETTI*PASSIONI ... tutto ciò che rende interessante la vita.
Perché "...sono cortesie minuscole, un fiore, un boccio, un libro, sono loro a deporre i semi del sorriso..." Emily Dickinson
**************************************************************************************************************************************************************************

mercoledì 20 febbraio 2013

CI FOSSE BISOGNO DI UN PERCHÉ ...


(immagini da wiki)
24 e 25 febbraio 2013
IO VOTO


Perché è forse l’unico diritto democratico rimastomi, lo strumento che mi permette di orientare le attività e le scelte politiche, in altre parole di partecipare alla vita del mio Paese.
Perché la democrazia si concretizza con la partecipazione attiva dei cittadini alla vita politica.
Perché il voto è una conquista, un traguardo democratico che è stato difficile raggiungere e molti, troppi, hanno dato la vita per questa conquista. E questo non posso e non voglio ignorarlo. E non è retorica.
Perché di queste lotte e di questa conquista vado fiera.
Perché non voglio eludere un diritto-dovere;  non più un obbligo, vero, ma un dovere civico sì.
Perché io sono ciò che  mia nonna materna e i miei genitori mi hanno insegnato.
Perché conosco la travagliata storia del suffragio universale e ne ho rispetto.
Perché conosco le lotte per la conquista del voto da parte delle donne. E io sono una donna.
Perché mia nonna Ernesta poté esprimere il suo primo voto solo all’età di 46 anni.
Perché questo diritto io ce l’ho ma molti, nel mondo, no.
Perché condivido ciò che l’articolo 48 della Costituzione sancisce.
Perché l’articolo 48 contribuisce a realizzare ciò che l’articolo 3 intende tutelare: la concreta manifestazione della parità dei diritti.
Perché entrare nella cabina elettorale mi fa sentire bene: con un semplice segno posso scegliere e proporre la mia scelta.
Perché il mio voto voglio che resti “uguale”: non ci sono voti che valgono di più.
Perché il mio voto voglio che sia e resti libero senza imposizioni , pressioni esterne, palesi e non .
Perché ogni partito ha idee diverse dagli altri e le soluzioni proposte potranno essere quindi diverse tra loro. Il confronto tra i partiti è tipico della democrazia e io voglio dire la mia.
Perché non ne posso più di sentir dire “tanto il mio voto non conta niente”: non ci sto a considerare il mio voto come degno di minor valore rispetto a quello di chiunque altro.
Perché non ne posso più di sentir dire che  “tanto son tutti uguali”. Non è affatto vero. Basta avere  le antenne ben collegate,  ogni giorno. Io non mi sento “uguale” e se non mi ci sento io, son sicura che ce ne sono molti, molti, molti altri.
Perché non ne posso più di sentir dire “tanto nessuno rispecchia in pieno ciò che penso”; è come cercare il partner ideale: vogliamo rimanere soli o concentrarci su ciò che ci accomuna anziché su ciò che ci divide e ci fa arrabbiare?
Perché quando sembra che gli ideali siano meno importanti è proprio il momento di dire che non è vero.
Per dare valore a ciò che penso anche se a volte sembra di essere soli e la solitudine mette a dura prova la tenacia.
Per poter dire quello che penso , per approvare o criticare le scelte sapendo di aver contribuito: non mi piace chi schiaffeggia e poi nasconde la mano.
Perché - ricordate? , lo diceva Gaber -  libertà è partecipazione.
Perché non votare è come autocensurarsi e la censura è un grave sintomo di non-democrazia.
Perché ho occhi e orecchie ben collegati con il cervello e mi guardo attorno. Tutti i giorni.
Perché se non vado a votare - o dichiaro di non volermi esprimere - non lancio proprio nessun messaggio di protesta. Alla fine sarò un numero sulla riga in fondo nel verbale del seggio elettorale e altri avranno deciso per me.

Scrissi queste note un paio di anni fa ma è quello che penso ancora oggi.

Oggi più che mai voglio dire la mia per vedere di togliere di mezzo questi ultimi angosciosi, squallidi, vergognosi, difficili,...venti anni. 

Sono parecchio preoccupata per l'esito di questo voto e per l'aria che circola in questi ultimi giorni. 
Se dalle urne non uscirà la possibilità di governare in maniera stabile e seria senza sventolii di carote o facce e personalismi che promettono la luna in cambio di una croce sulla loro foto o il loro nome, questo Paese andrà verso una tragica deriva; andremo a sbattere e sarà un brutto tonfo.

Nel malaugurato caso di un nulla di fatto mi verrà seriamente la tentazione - alla mia non più giovane età - di cercare altri Lidi per la mia vecchiaia.

53 commenti:

  1. ciao sandra, sinceramente non so a chi votare....
    ma fino ad allora ci pensero'..... sono molto in dubbio su tutti.... ci sara' un giorno una vita migliore per tutti?? chissa'...

    baci cara sereno pomeriggio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggi, ascolta, pensa,....
      Buon tutto anche a te mia cara.

      Elimina
  2. io voto....eccome se voto, cascasse il mondo, mi venissero a prendere con la febbre a 40° IO VOTO..FALLO ANCHE TU!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dirlo a ma , Carla....ah...ah...ah. Se ci viene la febbre a a 40° si mettiamo a braccetto e ci aiutiamo. :)

      Elimina
  3. Risposte
    1. Eh...rispetto il tuo sentire ma son convinta che , malgrado noi, ne facciamo comunque sempre parte.
      Quindi se c'è un ballo io scelgo di partecipare a disegno coreografico e non di farmi trascinare in passi decisi da altri.
      Un abbraccio Simo.

      Elimina
  4. Anch'io sono molto preoccupata per l'attuale situazione politica e per l'aria che circola.
    E per questo VOTO, VOTO eccome!!!
    Grazie, Sandra!!!

    RispondiElimina
  5. Non potrei MAI non votare..è un mio diritto..forse l'unico diritto che mi è rimasto..e ho intenzione di esercitarlo fino alla fine dei miei giorni. Ogg più che mai è anche un dovere civico, sociale e morale. Non lascerò MAI che nessuno scelga e decida al posto mio ! Fortunatamente ho una resta, un cervello e delle idee..serve un rinnovamento VERO !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimenticavo..un bacione cara Sandra :)

      Elimina
  6. Anch'io affermo di andare a votare, eccome...è inutile piangere poi..........!!!

    RispondiElimina
  7. Già scritto su FB, io VOTO e voto SEL.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
  8. ps. il tuo vernacolo è perfetto e adatto all'attualità.

    RispondiElimina
  9. Io sono sempre andata a votare,avevo le idee chiare ognivolta.
    Oggi ho la nebbia,ma sarà perchè adesso abito a Lodi?^_^
    Ci vediamo il 25

    RispondiElimina
  10. Un post fantastico che condivido pienamente anche nella parte finale
    "in caso di un nulla di fatto mi verrà seriamente la tentazione - alla mia non più giovane età - di cercare altri Lidi per la mia vecchiaia"... quindi andiamo tutti a votare e speriamo che questo nostro bellissimo Paese si debba spopolare
    Un abbraccio
    nonnAnna

    RispondiElimina
  11. Ops... nella foga mi è rimasto nella penna (o meglio tra i tasti) un NON
    Votiamo tutti perché in questo bellissimo Paese vogliamo continuare a vivere ma NON in questo modo!

    RispondiElimina
  12. eccome nn mancare....assolutamente indispensabile...pensa che sono anche pentita di nn aver votato anche per le primarie del PD anche se nn sono in linea con le loro idee....ma ormai...è troppo tardi e sono troppo preoccupata per come andrà a finire ma purtroppo nn ho scelta per altri lidi e aspetto sempre che il paladino della giustizia politica si palesi prima o poi.... .baci.glo

    RispondiElimina
  13. Pure io, ci puoi scommettere!
    Ciao Super!
    Cristiana

    RispondiElimina
  14. Mi piace moltissimo il post che hai scritto, Sandra. Ed anche se ho sempre tenuto la politica ai margini della mia vita, ammiro la tua energia, la determinazione, la volontà di partecipare credendo ancora così intensamente nelle tue idee. Io non sono mai riuscita a sentire il diritto di votare come fosse un dovere, l'ho fatto quasi sempre sì, però, nella mia grande ignoranza in materia, ho spesso appoggiato chi sembrava lottare per la salvaguardia dell'ambiente in cui viviamo. Una scelta ecologista insomma, perchè su altri temi le mie idee sono assai più confuse...

    RispondiElimina
  15. Anche io vado a votare, è indispensabile!
    baciobacio

    RispondiElimina
  16. Cara Sandra, sono d'accordo tutti dobbiamo votare!!!
    Io trovandomi all'estero abbiamo già votato già da qualche giorno tutti i volti sono sigillati nei consolate e verranno spediti a Roma.
    Ciao e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  17. Io vado e voto pd ciao Sandra un saluto a Franco.

    RispondiElimina
  18. Voto anche io, non PD, ovviamente, perchè sto a sinistra. Condivido ad ogni modo le tue paure. Non credo che rimangano molte possibilità a questo paese,soprattutto coi brutti ceffi ancora in circolazione. E quindi spero, lo auspico con tutto il cuore, un plebiscito di gente incazzata, che spazzi via tutti questi democristiani imbellettati.

    RispondiElimina
  19. ciao Sandra, sono paradossalmente ottimista ... se solo pensi che sono al tramonto Berlusconi e quelli che volevano spaccare l'Italia ... in bocca al lupo

    RispondiElimina
  20. A questo diritto - dovere non ho mai rinunciato e tanto meno mi passa per la testa di farlo il 24 prossimo, con l'aria che tira.
    Io penso - come te - che il non-voto equivale ad un lascio-decidere-gli-altri-al-mio-posto, e questo proprio non lo tollero!
    Che la scelta sia abbastanza difficile è vero, se non altro perchè ci sono troppe liste..., quindi ben venga una riforma elettorale con la "R" maiuscola, che ponga un limite al proliferare eccessivo di formazioni, di qualunque orientamento.

    P.S. Se hai visto il post sul Teatro Regio di Torino, puoi benissimo farti un'idea di quale sarà il mio voto!

    Ciao Sandra, e diciamocelo : IN BOCCA AL LUPO ! ! !

    RispondiElimina
  21. Penso tu sappia come la penso e non credo proprio che ad un popolo civile occorra spiegare perchè andare a votare. Ma tantè noi siamo il popolo dei santi, dei navigatori etc etc ed anche di quelli abituati a vivere nella propria isola felice (perchè grazie a Dio, non hanno mai avuto problemi) e allora si permettono di dire che la politica a loro non interessa. A costoro allora occorre ricordare che i loro privilegi li devono anche a quelli che per il loro innato senso civico hanno donato anche la vita, affinchè ci fosse una società migliore. Tuttavia non tutti possiamo fare gli eroi, ma almeno toglierci le pantofole ed uscire per raggiungere il seggio più vicino, credo si possa e si debba fare. Si parla sempre di una classe politica inadeguata e spesso ciò è vero, ma ci si dimentica che essa è lo specchio della società, per cui alla fine abbiamo la classe politica che ci meritiamo. Scusa la lungaggine Sandra e grazie per questo bel post.
    A presto

    RispondiElimina
  22. Mai amata la politica,ma ho SEMPRE votato,e ora piu che mai per il bene dell'Italia bisogna andare votare!!

    RispondiElimina
  23. Voto,voto,voto!!Assolutamente d'accordo con te!
    Brava Sandra!

    RispondiElimina
  24. Da che sono maggiorenne non ho mai rinunciato al mio diritto di voto e anche stavolta andrò a votare anche se per ora ho le idee molto confuse e sono molto indignata per come sta evolvendo la politica italiana.Ma so per certo chi NON voterò.

    RispondiElimina
  25. E io ho votato 8 giorni fa, e spedito molto orgogliosamente le mie due schede nella busta bianca sigillata dentro la busta preaffrancata che ho rispedito al consolato americano a Boston. Il mio primo voto da espatriata, una vera tristezza, e voto per gente che voi nemmeno vi immaginate,italo -americani intendo, la circoscrizione e' America del Nord e Centrale, quindi insieme a Canada e Messico!!!

    RispondiElimina
  26. ciao Macca, votare e' una delle poche cose che possiamo fare, quindi votiamo, speriamo che gli italiani abbiano capito l'importanza e votino saggiamente, andare avanti cosi' e' uno stillicidio, vedendo cosa succede in grecia, mi viene la pelle d'oca, ciao baci rosa a presto:)) cuona settimana...

    RispondiElimina
  27. Come ho espresso e ribadito in tutti i posti, virtuali e reali, dove sono capitata, andrò a votare e voterò SeL. Non nutro alcuna fiducia in una larga fetta del popolo mio connazionale, dunque sto seriamente pensando anch'io, non solo per la mia vecchiaia ma anche per il futuro dei miei ancora giovani figli, di emigrare. Però, finché ci sono, resisto, faccio mio il tuo "manifesto" per il voto e per conseguenza esercito ancora una volta il più sublime ed importante dei miei diritti-doveri di cittadina. Un abbraccio, con tanta forza :)))

    RispondiElimina
  28. Io voto la Sandramacca! ^^

    Scherzi a parte, Sandra, ti dico solo una cosa: GRAZIE!
    Con la viva speranza che la tua voce arrivi efficace in ogni dove.

    RispondiElimina
  29. ..ciao cara Sandra,davvero la micina e' simile alla tua Chicca?Noi l'abbiamo adottata due settimane addietro,dolcissima,molto affettuosa.
    ...andiamo a votare,facciamo sentire che vogliamo essere orgogliosi dell'Italia,non provare vergogna per il Paese che ci ha visto nascere!

    RispondiElimina
  30. Io voterò! Non ho mai mancato un appuntamento dal compimento dei miei diciotto. Per tutte le ragioni che hai elencato e perchè voglio bene al mio Paese. Nonostante gli ultimi vent'anni. Speriamo che cambia l'aria, cara Sandra. Io ci conto proprio.

    RispondiElimina
  31. Sono rimasto senza parole! Questo è un "manifesto" che dovrebbe essere affisso nelle strade di ogni città del Paese. Questa si che sarebbe la lettera perfetta da mandare ad ogni famiglia (non quelle che manda un certo politico)!

    Grazie Sandra per questo tuo contributo. Spero che il tuo esempio sia di insegnamento per i "dubbiosi". Buon pomeriggio a te!

    RispondiElimina
  32. ..trovi sempre le parole giuste........... GRAZIE

    RispondiElimina
  33. Tutto ben detto Sandra! Purtroppo so già che in tanti frugheranno nelle loro tasche e voteranno chi (secondo loro..) potrà riempirgliele ed è bene ricordare (come hai ben fatto) i veri motivi per cui si va a votare...

    RispondiElimina
  34. Anch'io VOTO, anche se ci sarà freddo e neve... Ho sempre votato, ma quest'anno la vedo brutta, anzi da troppi anni va male... Povera la nostra Italia. Buona serata.

    RispondiElimina
  35. condivido le tue parole e sappi che per votare,abbiamo posticipato il nostro viaggio,prima votiamo e poi partiamo,buon voto Sandra

    RispondiElimina
  36. Certo, ho votato in anni migliori, quando mi sentivo di appartenere a una grande comunità politica. Oggi lo faccio con estrema fatica, ma per gli stessi motivi che hai elencato con fierezza ed entusiasmo e noi donne ce ne dobbiamo sempre avere un pizzico in più.

    RispondiElimina
  37. Bellissimo il tuo "j'accuse" profondo, ragionato e totalmente condivisibile.

    RispondiElimina
  38. Il voto è importante, ecco perchè non diserterò!
    Ciaoooo,
    Cinzia

    RispondiElimina
  39. Mio marito ed io, eravamo quasi convinti di non andare a votare, tanto era il nostro avvilimento....ma poi abbiamo deciso che BISOGNA andare a votare perché il voto è un diritto ma è anche un dovere verso noi stessi e gli altri. Il nostro Paese ha bisogno di un totale ricambio e dobbiamo aiutarlo....spero solo che siano in tanti i cittadini che voteranno con criterio, senza lasciarsi imbambolare da promesse facili o da false chimere.
    Condivido su FB .
    Abbraccio

    RispondiElimina
  40. Brava! Il voto è lo strumento migliore che abbiamo per provare a cambiare le cose!

    RispondiElimina
  41. Grande, intensa lezione di vera educazione civica, la tua!

    RispondiElimina
  42. Anche noi andremo a votare. Lo abbiamo sempre fatto. Serena domenica!

    RispondiElimina
  43. anche io voto dire la nostra è importante

    RispondiElimina
  44. andro' domani....oggi impossibile....ciao e grazie x essere passata....se vuoi un po' di neve posso accontentarti;-)

    RispondiElimina
  45. Grazie a tutti quanti, davvero. A tutti coloro che hanno scritto, commentato, condiviso, lasciato un gentile segno del proprio passaggio qui.
    Ci sono momenti storici- ha scritto Altan in una sua vignetta - che uno vorrebbe poter dire io non c'ero. Ma tiriamo avanti e vediamo come evolve. Sandra

    RispondiElimina

Considerazioni, riflessioni e commenti sono molto graditi. Grazie.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...